uomo che si fa delle domande

Come farsi l’Amante? Trucchi e Segreti per Essere il Perfetto Adultero

Come farsi l’amante e vivere il tradimento con spensieratezza.

Hai creato la tua occasione seguendo le nostre dritte su come tradire in modo discreto ? E ora che fare? Come approcciarla?

Partiamo dai fondamentali: in che stato coniugale si trova lei? È sposata? È impegnata? È libera? Ha figli? L’hai conosciuta online su un sito di incontri come Incontri Extraconiugali Italia o offline? Cosa cambia dal primo approccio alla gestione del rapporto extraconiugale avviato? Rispondiamo a un po’ di quesiti di base e vediamo come farsi l’amante in modo soddisfacente, senza seccature.

In questo articolo vedremo:

  • quali differenze ci sono tra amanti impegnate e amanti single
  • come approcciare l’amante dalla prima scappatella extraconiugale agli incontri regolari
  • come gestire la moglie quando si tradisce

Amante impegnata o single: le differenze

Questo dipende, ovviamente, anche dall’età della donna che approcci: che sia single o impegnata statisticamente è anche una questione anagrafica.

All’inizio non ci si dicono cose personali, è vero, ma l’approccio migliore con la donna cambia molto in base al fatto se lei sia libera o impegnata o sposata. Le donne libere, specialmente quelle giovani, non vedranno di buon occhio il fatto di diventare l’amante di un uomo sposato: anche se spesso le più giovani – ventenni e trentenni – sono molto attratte da uomini più grandi, il fatto che tu sia impegnato o sposato potrebbe farebbe sentire poco di buono, e quindi non cederebbero alle tue avance.

Oppure finirebbero per innamorarsi di te, e una relazione romantica quasi sicuramente non è quello che cerchi in un tradimento. In sintesi, se proprio vorrai portarla a letto e farla diventare la tua amante, fai attenzione a capire se è già impegnata o sposata: le donne sposate infedeli come te sono le migliori con cui avviare una relazione extraconiugale soddisfacente senza intoppi, in cui godere del buono dell’altra persona senza doversi sorbire le seccature e il logorio della routine e del quotidiano.

Con una donna già impegnata potrai godere del tradimento in modo più sereno, sono le amanti più semplici da gestire , e non comportano stress aggiuntivi rispetto a quelli che comporta di per sé la segretezza di una relazione extraconiugale .

Quasi mai una donna impegnata, specialmente con figli, vorrà interrompere la sua relazione ufficiale e ci terrà a mantenere la stabilità famigliare ben lontana da quello che accade nella sua vita parallela dedita al piacere e al tradimento. Insomma, a volte è meglio rinunciare alla carne più giovane per corpi più maturi – e quindi anche per amanti più esperte, disinibite e vogliose di attenzioni – e relazioni extraconiugali meno stressanti.

Approcciare e gestire l’amante: dal primo incontro alla relazione extraconiugale avviata

Il primo approccio sono tutte rose e fiori. Certo, bisogna avere savoir faire per far cedere la donna interessata. Procedere per gradi esplorando man mano il suo interesse è la via migliore per farla tua, partendo da chiacchiere leggere per sondare l’interesse e procedere man mano con gesti di avvicinamento, magari sfiorandole un braccio o una mano con delicatezza, per poi passare a sfiorarle una guancia o il collo con le labbra e poi accarezzandola in zone più intime, come il seno o la coscia.

Vaglia in modo progressivo il suo consenso, affascinandola. Ricorda che divertire e far sorridere le donne, interessarle e coinvolgerle mentalmente è l’arma più sicura per la seduzione.

Una volta stabilito l’interesse reciproco e consumate le prime effusioni, è bene mettere in chiaro subito con tatto il reciproco status, quello di amanti: specialmente con le donne single questo è molto importante sia per evitare di illuderle sia per non creare seccature.

L’amante, del resto, è complice del tradimento, e senza la sicurezza che sia disposta a non tradire il tuo segreto non puoi permetterti di portare avanti il rapporto in maniera sostenibile ed efficace. Se di solito il primo incontro con l’amante è temporaneo e fugace, è anche vero che spesso – quando c’è intesa e compatibilità dentro ma anche fuori dal letto – gli incontri successivi finiscono per assumere una cadenza regolare, e in questi casi è importante tutelarsi il più possibile da conseguenze indesiderate.

Proprio come cantava Marco Ferradini, per portare avanti una relazione extraconiugale di successo: fallo come fosse un favore, fa sentire che è poco importante, dosa bene amore e crudeltà, cerca di essere un tenero amante, ma fuori del letto nessuna pietà.

Come gestire la moglie quando si tradisce

Se sei arrivato a leggere fino qui, probabilmente ti stai avvicinando per la prima volta in modo sistematico alla questione del tradimento, e vuoi struttura in modo più consapevole le tue relazioni extraconiugali, anche incontrando nuove amanti.

Oppure – perché no – sei alla tua prima esperienza fedifraga, e stai cercando di capire da dove iniziare per tradire. Un ruolo fondamentale in questo lo ricopre la gestione della partner ufficiale, dalla quale è fondamentale, ovviamente, non farsi scoprire .

Il consiglio principale per rapportarsi alla moglie quando la tradisci è quello di non guardarla con senso di colpa e di non diventare insicuro per colmare le tue presunte mancanze: frequentare un’altra donna non significa avere mancanze nei suoi confronti, e per questo è importante che tu non gliene faccia sentire.

Nel sesso, specialmente, è strategico – un side effect particolarmente piacevole delle relazioni extraconiugali – continuare a fare sesso con la moglie: pensare ai pomeriggi focosi con l’amante ti aiuterà a riaccendere la fiamma della passione nel rapporto con tua moglie, probabilmente spenta da un sottile ma letale strato di cenere.

Grazie al tradimento, ridarai aria a un rapporto un po’ stantio che forse aveva solo bisogno di un aiutino dall’esterno.

 

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *