Seleziona una pagina

Relazioni Extraconiugali Quanto Durano

Quanto durano le relazioni extraconiugali? Una domanda che sicuramente ti avrà già sfiorato in passato, soprattutto quando avrai considerato l’opportunità di tradire il tuo partner per via della tua insoddisfazione, o della ricerca di qualcosa di nuovo nella tua vita. E non si tratta di un interrogativo di poco conto: quando intraprendi una relazione extraconiugale, non è detto che tu voglia prolungarla per diverse settimane, così come non è detto che tu voglia limitarti semplicemente ad un incontro occasionale di sesso. Come sempre, infatti, la durata di una relazione dipende dalle esigenze di chi le cerca. E spesso sono molto diverse caso per caso.

Relazioni extraconiugali: quando durano?

relazioni extraconiugali quanto durano

relazioni extraconiugali quanto durano

Vuoi una risposta sui generis? È impossibile stabilire a priori quanto possa durare una relazione extraconiugale, perché ci sono mille fattori in ballo. Innanzitutto potresti cambiare idea durante il corso della relazione: magari potresti partire dalla volontà di avere una fugace storia di sesso da una botta e via, e poi affezionarti piano piano al tuo partner. Anche se succede raramente, alle volte le relazioni extraconiugali durano addirittura per anni, fino a concretizzarsi in un divorzio ed in un nuovo matrimonio: questa, comunque, rappresenta l’eccezione ad una regola che vede la durata dei tradimenti fermarsi a poche settimane.

Relazioni e tradimenti: statistiche e numeri

Abbandonando i pensieri e passano ai numeri, scopriamo che in realtà qualcuno s’è già occupato della casistica riguardante la domanda: quanto durano le relazioni extraconiugali? Il 78% delle relazioni nate da un tradimento si fermano entro un anno di frequentazione, anche se la maggior parte delle volte non superano i 6 mesi. Solo raramente durano dai 2 ai 3 anni (nel 13% dei casi), mentre nel 9% dei casi arrivano persino a 4-5 anni. Inoltre, un altro dato curioso è il seguente: solo l’1% delle relazioni coniugali si concludono con un divorzio, e solo una piccola percentuale di questo 1% si concretizza con un nuovo matrimonio!

Tradimenti: vediamola dal punto di vista dell’amante

Considerando la percentuale ridicola di persone che lasciano il coniuge per mettersi con l’amante, emerge una verità assoluta: quasi tutti i traditori non hanno la minima intenzione di separarsi e di porre fine al proprio matrimonio, dato che la loro storia parallela rimane confinata al sesso o comunque ad un affetto che non riesce a far vacillare l’unione matrimoniale. E gli amanti o le amanti, invece, come vedono questa situazione? Qui i numeri ed i punti di vista si ribaltano, al punto che l’88% degli amanti è fermamente convinto che riuscirà a convincere il partner a lasciare il marito o la moglie. Questo testimonia quanto sia sbilanciata la visione su quanto durano le relazioni extraconiugali: o quanto meno, su quanto vorremmo che durassero!

Relazione occasionale o tradimento duraturo?

Adesso che hai ottenuto una risposta abbastanza soddisfacente su quanto durano le relazioni occasionali, ti starai chiedendo: nel mio caso, come dovrei comportarmi? Noi possiamo solo darti dei consigli, dato che la risposta dipende esclusivamente da te e da quello che stai cercando. Innanzitutto è bene che tu sappia che le scappatelle che durano poco sono forse la soluzione migliore, perché non ti impegnano più di tanto e non mettono a rischio il tuo matrimonio: il 47% degli italiani la pensa così.

Potresti anche considerare una relazione leggermente più lunga, ma comunque occasionale: il motivo? Più trasformerai la tua relazione coniugale in una routine, più aumenterai i rischi che il partner possa affezionarsi e magari metterti in difficoltà con tuo marito o tua moglie. Infine, prolungando il tradimento con la stessa persona, sicuramente la relazione perderà piano piano quel fascino di “fuga sporca” che aveva prima, facendoti provare una soddisfazione decisamente minore di una semplice scappatella segreta!